fbpx

L’autismo è una delle sindromi più complesse e, nelle forme gravi, difficilmente gestibili. Spesso la difficoltà ad esternare i propri sentimenti e a comprendere i sentimenti altrui, porta i bambini affetti dall’autismo e i suoi familiari in uno stato di confusione e frustrazione.
Ma niente potrà fermare gente competente e preparata pronta ad aiutare bambini e familiari coinvolti.

Papayaweb è estremamente orgogliosa di occuparsi della gestione della comunicazione dell’Associazione di Volontariato "Una Breccia nel Muro"
Scopriamo chi sono:

Una Breccia nel Muro – Associazione di volontariato con sede Roma e Salerno, che si prende cura dei bambini autistici dai 18 mesi ai 12 anni di età e in prospettiva fino ai 18 anni, mediante percorsi cognitivo-comportamentali, personalizzati e intensivi. Migliorando la qualità della loro vita da subito e per il futuro. Sostenendo le famiglie dal momento della diagnosi, aiutandole ad accettarla, formandole perché possano proseguire il trattamento per i loro figli nell’ambiente domestico.

Papayaweb – Società informatica che rappresenta l’innovazione italiana digitale sul web. Nata come un’agenzia di comunicazione, piano piano ha sviluppato competenze e capacità per interagire su tutto il territorio nazionale attraverso servizi di consulenza web di alto profilo coadiuvati da soluzioni informatiche all’avanguardia.

Società fiera di far parte di questi progetti che riempiono di orgoglio per la nobiltà della causa, nella speranza che ci siano tanti professionisti, che rendano il mondo un posto migliore grazie a nobili gesti sempre più rari ma allo stesso tempo sempre più importanti.

“Più un bambino autistico cammina senza una guida, più diventa difficile raggiungerlo”

Antonio Mastronardi ©

{fastsocialshare}

Da qualche giorno Instagram ha iniziato a “nascondere” il numero di like tra i feed degli utenti. 
Innanzitutto, si tratta di un test che la società di proprietà di Zuckerberg sta effettuando anche in Italia, dopo averlo già testato in Canada.

Ma realmente cosa si nasconde (insieme ai like) dietro questa operazione?
Sembrerebbe a primo acchito che Instagram voglia focalizzare l’attenzione degli utenti più sui contenuti e meno sui numeri.

Ma Papaya ha dato la sua interpretazione, a carattere economico, della questione – le aziende utilizzano il proprio budget per acquistare fake like, fake follower e applicazioni di terze parti che gestiscono i propri profili; in questo modo eliminando la spesa per l’acquisto dei fake like, l’azienda avrà più budget per l’acquisto di sponsorizzazioni.

Ecco che i fatturati di Instagram salgono e salgono ancora.
Niente male la pensata di Zuckerberg & Co.

Antonio Mastronardi © 

{fastsocialshare}

Sicuramente ci hai fatto caso.  I tuoi post di Instagram non sono più tanto visibili così come eri abituato: conti meno like, pochi commenti, addirittura qualcuno ti ha detto di essersi perso la tua ultima foto e ciò accade indipendentemente dall’orario in cui hai deciso di pubblicare i tuoi contenuti.

Purtroppo dopo un'attenta analisi abbiamo calcolato che solo il 10% dei tuoi follower continua effettivamente a vedere i tuoi post sulla home! Un pò come succede a tutti coloro che seguono pagine su facebook ma che effettivamente non ne vedono tutti i post. 

Ci hai mai fatto caso? A quante pagine Facebook hai messo un like? Immaginiamo tantissime. Tuttavia sulla bacheca personale non vedi tutti i post delle pagine seguite. Questo perché l'algoritmo di facebook ti permette di vedere solo una parte dei post ed ora Instagram ha iniziato a fare lo stesso.

Questo cambiamento è stato davvero frustrante per chi sta cercando di raggiungere nuovi potenziali clienti e una vera spina nel fianco per gli influencer per i quali, si sa, numero di like e follower sono il pane quotidiano!

In che modo è cambiato?
L’algoritmo di Instagram, in pratica, “intuisce” che quando commenti molte delle foto di un utente in particolare o se spesso sei taggato nelle sue foto, probabilmente quell’account rientra per te nella categoria “amici o famiglia” e tenderà a mostrarti i suoi contenuti e, viceversa, a mostrargli a sua volta i tuoi post.
Va da sé, quindi, che sia commentare i post di altri profili, sia rispondere ai commenti che ti lasciano sotto le foto e ai tuoi DM, è davvero molto importante se vuoi crescere su Instagram.

La comunicazione ufficiale di Instagram relativa all’ultimo aggiornamento dell’algoritmo non a caso era “L’ordine delle foto e dei video nel tuo feed sarà basato sulla probabilità che possa realmente interessarti quel contenuto, il tuo rapporto con la persona che pubblica e la tempestività del post”.
Il cambiamento dunque, consiste proprio nel migliorare l’esperienza degli utenti e nel dare la priorità ai momenti che ci interessano di più.Tutto, quindi, si basa su ciò che piace di più: più like ricevi da un determinato utente, più possibilità ci saranno che quello stesso follower veda più spesso i tuoi post comparire sulla sua home, perché l’algoritmo si basa sull’interesse.
In poche parole, se una foto riceve tanti like e commenti, Instagram ritiene in automatico quel contenuto coinvolgente a tal punto da permetterti di comparire in alto nel feed dei tuoi follower.

Resta connesso
È fondamentale che tu non perda nemmeno un messaggio: un ottimo modo per assicurarti di farlo è creare notifiche più mirate nelle impostazioni di Instagram. Ecco come devi procedere: vai alle impostazioni del tuo account, poi su “notifiche” e seleziona “Off” per tutte le opzioni escludendo “Commenti”.
Purtroppo Instagram non dà la priorità solo ai post con un elevato coinvolgimento, ma potrebbe anche limitarne l’esposizione in base al rapporto con i follower, quindi ti conviene davvero interagire con i tuoi seguaci!

Il fattore “tempo”
Poiché Instagram vuole sempre offrirti gli ultimi post, quelli più interessanti, molto influisce anche quanto tempo fa la tua foto sia stata pubblicata; ad esempio, l’anno scorso molte persone continuavano a vedere post di Natale nonostante fosse ormai trascorso il Capodanno!
Per “ingannare” l’algoritmo, aumentando così la tua copertura, e per ottenere più Mi piace e follower, devi individuare l’orario in cui la maggior parte dei tuoi seguaci è online, per migliorare la visibilità dei tuoi contenuti e aumentare l’interazione.

Instagram Insights
Utilizzando questa funzione dell’app, puoi analizzare le metriche di attività per calcolare gli orari della giornata in cui il tuo pubblico è più attivo online; non c’è una legge fissa, gli orari di punta possono variare durante la settimana, ad esempio nei fine settimana gli utenti potrebbero essere più attivi già a metà mattina, mentre durante la settimana potrebbero trovarsi al lavoro e essere online durante la pausa pranzo o direttamente la sera, dopo essere rientrati a casa.

Posta con costanza
Per assicurarti di pubblicare costantemente ti consigliamo di programmare i tuoi post su Instagram, per risparmiare tempo (e salute mentale!).
Se sei troppo impegnato per stare dietro al tuo profilo, puoi affidarti a qualche specialista del campo, un social media manager o un’agenzia marketing che sappia identificare la migliore strategia per il tuo business!

By localweb

{fastsocialshare}
Torna Su